GARDEN DESIGN

LANDSCAPE & ARCHITECTURE
Per noi progettare un giardino è come realizzare un’opera d’arte!!!

Spesso viene tralasciata l’idea di realizzare un giardino senza averlo progettato e questo diventa causa di scarsi risultati sotto il profilo tecnico ed estetico. Un giardino non nasce per caso, la naturalezza e la disposizione dei suoi elementi sono dettati da precise regole e scelte che vengono effettuate già nella sua fase embrionale. Progettare il giardino prima della sua costruzione è di fondamentale importanza per poter ottenere risultati che possono affermarsi ed esprimersi nel tempo.

Progettare significa: innanzitutto studiare l’ambiente.
E’ importante osservare tutti gli elementi, non solo quelli presenti sul luogo dell’intervento ma anche quelli che lo circondano, la sensibilità del paesaggista deve saper cogliere il “genius loci” che secondo gli antichi racchiudeva l’essenza e lo spirito del luogo.

Il clima e il terreno sono componenti rilevanti da tenere in considerazione.
Il clima influenza la vegetazione, gli stili architettonici e l’uso che se ne farà del giardino. Le temperature, la piovosità, l’umidità, il vento, l’intensità del sole, e l’esposizione sono determinanti per la scelta delle piante, così come il terreno e la disponibilità di acqua. Questi elementi saranno vincolanti nella scelta delle piante poiché ciascuna si queste, perché possa crescere forte e sana, necessita delle condizioni a lei più adatte.

Da osservare attentamente è la vegetazione presente nell’ambiente che può fornire indicazioni preziose sulle caratteristiche generali di un luogo, è una sintesi dell’interazione di vari fattori pregressi (evoluzione geomorfologica del territorio, interventi dell’uomo, il succedersi delle condizioni paleoclimatiche) e attuali (pedoclimatici, geomorfologici, biotici, geografici). Un buon progettista sa sapientemente utilizzare le associazioni vegetali tipiche della zona, inserendo al loro interno le pianti ornamentali, anche un piccolo giardino può contribuire a recuperare la trama paesaggistica attraverso un uso consapevole delle piante, il paesaggio entrerà così a far parte del giardino.

Il panorama che ci può offrire l’ambiente circostante può essere grande fonte di ispirazione, in questo caso le scelte progettuali volgeranno a evidenziare, valorizzare o incorniciare l’elemento piacevole direzionando sapientemente il campo visivo, al contrario, si cercherà di nascondere, mimetizzare o creare diversivi per cercare di far distogliere lo sguardo da un elemento sgradevole.

Il giardino deve dare emozioni … pertanto sono da curare i fattori percettivi che andranno ad analizzare: lo spazio, la forma, la dimensione, le proporzioni, il colore, il suono, i profumi e sapori, l’armonia, il ritmo e il tempo.